Condizioni generali di vendita


ART. 1: PREMESSA

1.1 Le presenti Condizioni Generali di Vendita (le “Condizioni Generali”) si applicano, salvo espresso patto contrario, a tutte le forniture aventi ad oggetto, tutti gli articoli prodotti o commercializzati da EVOTEK S.r.l. (di seguito anche la “Venditrice”), ivi compresi i relativi accessori. Le presenti condizioni generali si intendono conosciute ed accettate dall’acquirente (di seguito anche “il Cliente”) con il conferimento dell’ordine ed anche per mero fatto o comportamento concludente.
1.2 Eventuali deroghe e/o modifiche alle presenti condizioni generali saranno valide ed efficaci solo se concordate dalle parti in forma scritta. Le eventuali condizioni generali dell’acquirente necessitano per essere valide ed efficaci dell’accettazione espressa scritta della venditrice.


ART. 2: ORDINE DI FORNITURA E CONCLUSIONE DEL CONTRATTO

2.1 Salvo espresso patto contrario, l’ordine di fornitura deve ritenersi accettato e, conseguentemente, il contratto di compravendita concluso, a seguito della sua sottoscrizione per accettazione da parte della venditrice, o a seguito dell’invio all’acquirente, da parte della venditrice, della relativa conferma d’ordine, ovvero per fatti concludenti. Fatto salvo ogni diverso accordo, eventuali preventivi inviati dalla venditrice al cliente non costituiscono pertanto in alcun modo proposte contrattuali di vendita bensì un mero invito alla formulazione dell’ordine da parte del cliente stesso.
2.2 L’ordine di fornitura inviato dal cliente non impegna la venditrice sino alla sua accettazione secondo le modalità indicate al precedente art. 2.1, ed è da intendersi quale proposta irrevocabile d’acquisto ex art. 1329 c.c. avente efficacia di gg. 10 lavorativi, decorrenti dalla data di ricezione da parte della venditrice stessa. L’ordine di fornitura inviato dal cliente è dunque irrevocabile e non può essere revocato e/o modificato senza il preventivo consenso scritto della venditrice.
2.3 La vendita degli articoli si intende arrotondata a confezione, nelle quantità espressamente esposte sul listino in vigore al momento dell’ordine. Eventuali acquisti, di quantità non arrotondate, dovranno essere precedentemente concordati con la Direzione.


ART. 3: TERMINI DI CONSEGNA

3.1 I termini di consegna, computati in giorni lavorativi, non sono mai vincolanti per la venditrice e devono quindi ritenersi meramente indicativi e non essenziali. In nessun caso la venditrice potrà quindi ritenersi responsabile per eventuali danni, anche indiretti e/o di qualsivoglia natura, che dovessero derivare al cliente in conseguenza della mancata consegna della merce nei termini eventualmente indicati. I termini di consegna si considerano decorrenti dal perfezionamento del contratto di compravendita, così come indicato al precedente art. 2.1, o, nel caso sia successiva, dalla comunicazione dei dati necessari per l’esecuzione del contratto, e possono in ogni caso essere interrotti nelle seguenti ipotesi: a) caso fortuito e/o forza maggiore e/o altre circostanze non imputabili a dolo e/o a colpa della venditrice, quali, a titolo esemplificativo, scioperi, agitazioni sindacali, serrate, incendi, inondazioni, impreviste difficoltà aziendali, imprevista scarsità di manodopera, imprevista scarsa disponibilità di materie prime e/o di energia; b) impedimenti, ritardo o mancata consegna dei materiali da parte dei fornitori della venditrice per fatti non imputabili a quest’ultima; c) inadempimento del cliente qualora non fornisca tempestivamente quanto richiesto dalla venditrice per la corretta evasione dell’ordine ed in particolar modo non consegni eventuali schede tecniche e/o costruttive ritenute dalla venditrice essenziali per l’installazione e/o il montaggio dei prodotti acquistati; d) mancato versamento del corrispettivo convenuto alle scadenze pattuite; e) intervenute modifiche all’ordine di fornitura da parte del cliente, anche se accettate dalla venditrice. I termini per la consegna ricominceranno a decorrere ex novo dal giorno successivo a quello in cui cesserà il motivo che ne ha determinato l’interruzione.
3.2 Il termine si intende rispettato e la consegna effettuata ad ogni effetto dal giorno di invio all’acquirente dell’avviso di merce pronta sia per il ritiro della stessa da parte dell’acquirente o di un suo incaricato, sia per la consegna franco cliente con trasporto a carico della venditrice.
3.3 Nel caso in cui dovessero risultare a carico dell’acquirente protesti, sequestri, pignoramenti e/o, più in generale, qualsiasi atto pregiudizievole da metterne in dubbio la solvibilità ed il conseguente pagamento del corrispettivo nei termini convenuti (ad esempio la revoca di un fido), la venditrice potrà, a proprio insindacabile giudizio, sospendere l’esecuzione del contratto ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 1461 c.c. sino a quando l’acquirente non avrà prestato idonea garanzia.


ART. 4: CONSEGNA E SPEDIZIONE

4.1 Salvo patto contrario, la merce è normalmente venduta franco magazzino della venditrice e dovrà essere ritirata dall’acquirente, e/o da un terzo da questi specificatamente incaricato, entro e non oltre 10 giorni dall’invio dell’avviso di merce pronta. È onere del cliente comunicare tempestivamente alla venditrice il nominativo del vettore eventualmente incaricato del ritiro della merce.
4.2 Qualora la merce dovesse essere spedita all’acquirente, tale operazione sarà sempre effettuata con rischio e costi a carico di quest’ultimo, anche nel caso di vendita franco destino. Nessuna responsabilità potrà dunque essere addebitata alla venditrice per danni subiti dalla merce durante il trasporto.
4.3 Nell’ipotesi in cui l’acquirente non dovesse provvedere al ritiro della merce nel termine indicato al precedente articolo 4.1, ovvero non dovesse tempestivamente comunicare istruzioni scritte relative alle modalità preferite di spedizione, la venditrice si considererà libera di effettuare la consegna nel modo da essa ritenuto più opportuno con espressa esclusione di qualsivoglia responsabilità e con costi ad esclusivo carico dell’acquirente. In ogni caso la venditrice avrà diritto di procedere alla fatturazione dei prodotti ordinati, nonché facoltà di richiedere all’acquirente, a titolo di risarcimento dei danni, i costi relativi all’immagazzinamento, al deposito ed alla custodia della merce.
4.4 Dal momento della consegna i rischi, le spese di custodia e/o di manutenzione e/o di assicurazione si trasferiscono all’acquirente, con liberazione totale della venditrice.
4.5 La stipulazione di eventuali polizze assicurative a copertura dei rischi derivanti dal trasporto è rimessa alla libera determinazione dell’acquirente che sopporterà anche i relativi costi.


ART. 5: PREZZI, TERMINI DI PAGAMENTO E RISERVA DI PROPRIETÀ

5.1 La merce rimane di proprietà di Evotek S.r.l. fino a che il saldo della fattura sia effettuato totalmente. Il cliente dovrà compiere tutti gli adempimenti richiesti dalla legge al fine di rendere eseguibile nei confronti di tutti i terzi la presente clausola di riserva della proprietà. In caso di mancato pagamento totale o parziale entro il termine, la Venditrice ha facoltà, senza formali procedure, di riprendere fisicamente possesso dei prodotti/articoli a spese, rischio, pericolo del Cliente che s’impegna ad informare i propri partner della presente clausola di riserva della proprietà. La venditrice potrà riprendere possesso dei prodotti/articoli non pagati detenuti da terzi acquirenti oppure esigere da questi ultimi il pagamento diretto del loro prezzo.
5.2 Fatta salva ogni diversa pattuizione, alla fornitura si applicano i prezzi indicati nel listino prezzi ufficiale riferito al marchio del prodotto oggetto di compravendita ed in vigore alla data di perfezionamento del contratto così come individuata al precedente art. 2.1. È facoltà della venditrice concedere eventuali sconti all’acquirente, ovvero apportare modifiche ai prezzi indicati nei rispettivi listini.
5.3 I prezzi sono sempre da intendersi espressi in Euro al netto dell’aliquota Iva in vigore al momento della fatturazione.
5.4 I pagamenti devono essere effettuati direttamente al domicilio della venditrice secondo le modalità ed i termini convenuti. Qualsiasi eventuale spesa per tasse, imballaggi, carichi, trasporti, assicurazioni, noli, soste dogane, ecc. ecc. è ad esclusivo carico dell’acquirente e verrà separatamente indicata in fattura.
5.5 In caso di mancato o ritardato pagamento nei termini convenuti verranno addebitati all’acquirente interessi moratori nella misura determinata dall’art. 5 del d.lgs 231/2002, decorrenti dal giorno successivo a quello indicato quale scadenza del termine per il pagamento, fatto salvo ogni eventuale maggior danno. Qualora non venga dalle parti indicato alcun termine di pagamento, si farà riferimento al disposto dell’art. 4 d. lgs 231/2002.
5.6 La venditrice si riserva il diritto insindacabile di emettere la fattura di vendita direttamente al cliente finale nel caso di mancato pagamento da parte del cliente iniziale, senza che questo nulla possa opporre e/o pretendere a qualsiasi titolo.
5.7 Resta inteso che l’eventuale proroga dei termini di pagamento convenuti e/o il rinnovo dei titoli cambiari rilasciati e/o il richiamo, su richiesta del cliente, di assegni già portati all’incasso, non costituiscono in alcun modo novazione del rapporto contrattuale in essere ma semplice tolleranza da parte della venditrice e non escludono l’addebito degli interessi moratori nella misura indicata al precedente art. 5.4.
5.8 Salvo patto contrario, eventuali acconti versati dal cliente al momento della conclusione del contratto verranno trattenuti dalla venditrice a titolo di caparra confirmatoria ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 1385 c.c.. In caso di adempimento detti importi saranno quindi computati in detrazione sul prezzo di acquisto; per contro, in caso di inadempimento dell’acquirente la venditrice avrà facoltà di recedere dal contratto ritenendo la caparra, fatto comunque salvo ogni maggior danno.
5.9 Per nessuna ragione e per nessun titolo l’acquirente potrà sospendere e/o differire il versamento del corrispettivo convenuto, neppure in caso di controversia e/o reclami in ordine ad eventuali vizi e/o difetti della merce fornita.
5.10 Il cliente non potrà compensare il proprio debito derivante dalla fornitura con eventuali propri crediti vantati nei confronti della venditrice senza il consenso scritto di quest’ultima.
5.11 Nell'ipotesi di forniture continuative, la venditrice potrà sospendere le forniture stesse nel caso in cui l'acquirente dovesse rendersi inadempiente ad una sola delle condizioni particolari o generali concordate. In tal caso decadranno anche eventuali accordi per attribuzione di premi o raggiungimento obiettivi.
5.12 Il Cliente non sarà legittimato a sospendere o ritardare i pagamenti dovuti adduccendo contestazioni o eccezioni o reclami o ritardi nella consegna, intendendosi espressamente pattuita a favore della venditrice la clausola di cui all’art. 1462 c.c.


ART. 6: IMBALLAGGI

6.1 I costi degli imballaggi di cartone sono generalmente ricompresi nei prezzi di fornitura. Eventuali richieste e/o necessità di imballaggi speciali verranno quindi addebitati al cliente ed i relativi costi saranno indicati separatamente in fattura.


ART. 7: GARANZIA

7.1 Salvo diverso accordo, la venditrice riconosce ai propri acquirenti la garanzia con decorrenza dalla data di consegna della merce. Trovano applicazione i termini e le condizioni sanciti dall’art. 1495 c. c..
7.2 La garanzia si intende comunque subordinata alla riferibilità del riscontrato malfunzionamento ad un difetto di fabbricazione del prodotto. È dunque esclusa qualsivoglia forma di garanzia per danni dovuti ad uso improprio, incuria, negligenza o imperizia dell’acquirente, o alla mancata osservanza, da parte di quest’ultimo, delle istruzioni riportate nell’eventuale manuale di installazione e manutenzione. È parimenti esclusa qualsivoglia forma di garanzia per vizi e/o difetti derivanti da componenti esterni (agenti chimici e/o atmosferici) ovvero da riparazioni, interventi e/o sostituzioni eseguiti sul suo prodotto, direttamente dall’acquirente e/o da terzi da questi incaricati, senza l’autorizzazione della venditrice.
7.3 L’acquirente decade dalla garanzia di cui al presente articolo nel caso in cui non adempia agli obblighi contrattuali assunti, ed in particolar modo non sia in regola con il versamento del corrispettivo nei modi e nei termini convenuti.


ART. 8: RECLAMI E CONTESTAZIONI

8.1 All’atto della consegna della merce l’acquirente è tenuto a verificare la conformità all’ordine del prodotto acquistato. Eventuali reclami e/o contestazioni dovranno essere inoltrati in forma scritta presso la sede della venditrice, a pena di decadenza, entro e non oltre 8 (otto) giorni dalla consegna. In caso di spedizione, eventuali reclami per ammanchi, manomissioni e/o segni di danneggiamento verranno presi in considerazione solo se segnalati direttamente al vettore al momento del ricevimento della merce ed indicati nella bolla di consegna. In difetto di segnalazioni nei termini e nei modi sopra indicati la merce fornita si considera pienamente accettata.
8.2 Qualsivoglia contestazione relativa ad una singola fornitura non inficia la validità delle restanti forniture, né degli ordini presenti o futuri, e non autorizza in alcun modo l’acquirente a non adempiere la propria obbligazione di corresponsione del prezzo dovuto per le forniture effettuate.


ART. 9: INSTALLAZIONE E ALLACCIAMENTI

9.1 L’installazione dei prodotti non è compresa nel prezzo della fornitura; ogni attività di posa ed installazione di un impianto o di una sua parte componente dovrà essere accordata in forma scritta.


ART. 10: PROGETTI E DOCUMENTAZIONE TECNICA

10.1 Le illustrazioni e le caratteristiche contenuti nei cataloghi e/o in altra documentazione relativa ai marchi dei prodotti commercializzati dalla venditrice devono ritenersi meramente indicative. Ai prodotti commercializzati potranno dunque essere apportate dalla venditrice e/o dai produttori quelle modifiche ritenute tecnicamente opportune, senza obbligo di preavviso nei confronti dell’acquirente, ma con mera comunicazione ad esso, purché non ne venga alterata la funzionalità.
10.2 Sono espressamente vietati l’utilizzo, la riproduzione, la copia e/o la cessione a terzi, anche a titolo gratuito, delle informazioni e del know-how contenuti nella documentazione tecnica e nei progetti consegnati unitamente ai prodotti, fatta salva un’espressa autorizzazione in tal senso della venditrice


ART. 11: CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA

11.1 In caso di mancato e/o ritardato pagamento, il contratto regolamentato dalle presenti condizioni generali di vendita si intenderà risolto di diritto, previa comunicazione scritta di avvalersi di tale facoltà da parte della Venditrice, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 1456 c. c. Le somme eventualmente già versate dal cliente resteranno acquisite al venditore quale indennità, salva comunque il risarcimento del maggior danno.
11.2 Nell’ipotesi di vendita con corresponsione rateale del prezzo, il mancato pagamento di n. 2 (due) rate, anche se non consecutive, del prezzo pattuito, alle scadenze stabilite, comporterà per l’acquirente l’automatica decadenza dal beneficio del termine. La venditrice potrà pertanto agire per ottenere l’integrale pagamento del prezzo ancora dovuto, ovvero richiedere la risoluzione ipso iure del contratto ex art. 1456 c. c..


ART. 12: RESI

12.1 I resi devono essere concordati preventivamente con il nostro ufficio commerciale. E' disponibile un fac-simile della "autorizzazione al reso". Tale scheda deve essere debitamente compilata ed inviata presso la nostra sede. Il responsabile del nostro ufficio commerciale provvederà a rimandare la scheda con l'autorizzazione al reso. Non verranno accettati resi non preventivamente concordati e autorizzati per iscritto. I resi per errata ordinazione (escludendo le produzioni speciali) verranno accettati di ritorno con addebito del 25% sul prezzo di acquisto. Resta inteso che il materiale di ritorno deve essere pulito ed integro in ogni suo componente. I resi si intendono franco Evotek.


ART. 13: RECESSO

13.1 È attribuita alla venditrice la facoltà di recedere unilateralmente e con effetto immediato dal contratto di compravendita nel caso in cui prima della consegna dei prodotti compravenduti dovessero sorgere fondati dubbi circa la solvibilità dell’acquirente, anche sulla base delle ipotesi indicate al precedente art. 3.3, e quest’ultimo, nonostante una corrispondente richiesta, non sia disposto ad effettuare un pagamento anticipato e/o a prestare ogni più idonea garanzia. L’esercizio di tale facoltà non attribuisce all’acquirente il diritto ad alcun indennizzo e/o risarcimento del danno.


ART. 14: CESSIONE DEL CREDITO

14.1 La venditrice potrà cedere a terzi, in qualunque momento, il credito vantato nei confronti dell’acquirente a titolo di corrispettivo della fornitura.
14.2 L’eventuale intervenuta cessione verrà comunicata all’acquirente a mezzo di lettera raccomandata a/r presso la propria sede legale o tramite posta elettronica certificata dall’indirizzo evotek@legalmail.it.


ART. 15: FORO ESCLUSIVAMENTE COMPETENTE

15.1 Nel caso in cui dovesse insorgere controversia sull’esecuzione e/o applicazione e/o interpretazione del contratto e delle presenti condizioni generali di vendita, le parti concordano nel ritenere esclusivamente ed inderogabilmente competente il Foro di VICENZA, con espressa esclusione degli altri fori competenti ex lege.


ART. 16: RISERVATEZZA DELL’IMPIEGO DEI DATI

Il trattamento dei dati personali del cliente e quelli riferiti ad altri interessati comunicati dal cliente in esecuzione e nello svolgimento dei rapporti con la venditrice avverrà in conformità a quanto disposto dal Regolamento UE n. 2016/679 e dal d.lgs. n. 196/2003 secondo le modalità illustrate nell’informativa privacy rinvenibile sul sito www.evotek.it esaminata e compresa dal cliente.


ART. 17:

17.1 Le condizioni generali di vendita presenti hanno efficacia per qualsiasi ordine se non espressamente derogate in forma scritta dalla Evotek.